PUNTO A CAPO 2011. Un paese ospitale: gli incontri serali

Elisabetta SalvatoriGiovedì 1 settembre ore 21.15
Chiesa di Pieve a Elici, Massarosa
“Piantate in terra come un faggio o una croce”
Uno spettacolo teatrale di e con Elisabetta Salvatori, al violino Matteo Ceramelli.
La storia di Santa Caterina da Siena e di Beatrice di Pian degli Ontani, poetessa pastora.
Caterina e Beatrice sono due donne che non si sono mai incontrate.
A dividerle ci sono secoli di storia e a unirle un’infinità di fili sottili e affascinanti che lo spettacolo cerca di intreccaire. Si raccontano le vite di queste due caparbie, anticonformiste, coraggiose narratrici e camminatrici toscane. Una storia di memoria e parole, di piedi e coraggio.

Francuccio Gesualdivenerdì 2 settembre
ore 20.30 buffet
ore 21.30 inizio dibattito
salone parrocchiale di Torre del Lago
“Educare all’accoglienza in una Terra ospitale”
Discussione con Francuccio Gesualdi, Centro Nuovo Modello di Sviluppo, -Stefano Liberti, giornalista, Marco D’alessandro responsabile Arci programma SPRAR Lucca. Saranno presentate le esperienze di accoglienza delle realtà lucchesi per l’emergenza profughi.

Moni Ovadiasabato 3 settembre
ore 21.15
Chiesa dei Servi, Lucca
“Cabareth  Yiddish”
Vademecum teatrale e musicale con Moni Ovadia.
La lingua e la musica klezmer (quella suonta tradizionalmente con archi e clarinettto dagli ebrei dell’est europeo dal XVI sec. circa) e la cultura yiddish, quell’inafferabile miscuglio di tedesco, ebraico, polacco, russo ucraino e romeno sono al centro di questo spettacolo.