Presentazione

Alcune Caritas parrocchiali, oltre al servizio di ascolto, hanno organizzato, al loro interno o in collaborazione con associazioni affini, un servizio di distribuzione gratuita di generi di prima necessità, per venire incontro ai bisogni più stringenti delle persone in grave difficoltà economica.
Si tratta della donazione di alimenti, abiti, ma anche mobilio e piccoli elettrodomestici o prodotti per neonati, che vengono prevalentemente raccolti dalla comunità parrocchiale in giorni prestabiliti o sono frutto di donazioni da parte di privati.
Per quanto riguarda i generi alimentari, essi possono essere reperiti anche attraverso raccolte dedicate presso alcuni supermercati o inserirsi nel circuito del Banco Alimentare.
A queste fonti di approvvigionamento si aggiungono gli ormai consolidati percorsi di recupero dei prodotti vicini alla scadenza o con difetti di confezionamento prelevati dalle catene di grande distribuzione, nonché la raccolta dello spreco dalle mense scolastiche, grazie ad un progetto diocesano attivo dal 2007 con il nome di “Moltiplicare pani e pesci”.
Alla modalità della distribuzione, che incarna anche una specifica attenzione di risposta ai bisogni di chi si rivolge al centro di ascolto, si va unendo dunque un richiamo al nostro stile di vita, la lotta allo spreco, la proposta di risposte sostenibili anche da un punto di vista ambientale che utilizzino i mezzi del riutilizzo, il riciclo, la sobrietà, la riduzione della produzione di rifiuti, l’evitamento dell’eccedenza e dell’inutile.

In collaborazione con altre realtà associative, esistono infine servizi ai quali le persone in bisogno possono rivolgersi come mense, asili notturni, ecc.

Mense
Distribuzione alimentare
Distribuzione di vestiario
Distribuzione di mobili
Accoglienza
Servizi medici