“Grano, Vino e Capponi”: l’alimentazione nei documenti dell’Archivio Storico Diocesano di Lucca

Torna “Dire e Fare”, appuntamento dedicato alle buone pratiche e alle esperienze più innovative della nostra regione; quest’anno si realizzerà  nei giorni 2,3,4 ottobre.

Tema l’alimentazione e la disponibilità di cibo sul nostro territorio.

Nell’ambito di questa iniziativa ci sarà anche  l’apertura straordinaria dell’Archivio Storico Diocesano nella giornata del 3 ottobre. Dai documenti conservati presso l’Archivio Storico Diocesano  è possibile ricavare svariate informazioni inerenti lo sfruttamento agricolo del territorio lucchese. Nelle carte dei corposi volumi degli enti ecclesiastici, ad esempio, non è raro imbattersi in descrizioni di beni e rendite: grano, vino, capponi, farina di castagne e olio erano veri e propri mezzi di pagamento per il riscatto dei livelli o il mantenimento dei legati pii. Notizie sull’agricoltura e l’alimentazione si possono rintracciare nei territori dei monasteri, nelle bacchette di riscossione delle confraternite, nei libri di prestatori delle Opere e, più in generale, negli inventari e nei registri di amministrazione contabile delle chiese. Attraverso un percorso tematico appositamente ideato per l’iniziativa, gli archivisti Valentina Cappellini e Tommaso Maria Rossi illustreranno le varie tipologie documentarie presenti in archivio: dai documenti in pergamena del IX secolo ai registri cartacei della Mensa Arcivescovile dei secoli XV e XVI; dalle Visite Pastorali del Settecento ai territori delle chiese cittadine, per arrivare a documenti più recenti, come il “Libro della Real Casa di Sua Altezza Reale il Serenissimo Infante Carlo Lodovico duca di Lucca” (1833-1842), conservato nel Fondo Martini dell’Archivio Capitolare. L’iniziativa è promossa dall’Ufficio Pastorale Caritas all’interno degli eventi connessi alla campagna “Cibo per tutti. E’ anche compito nostro”. La campagna si propone un’attenzione alla tematica dell’accesso al cibo e alle dinamiche economiche, di relazioni internazionali e di sovranità alimentare ad esso collegate. Alla conclusione della visita sarà poi offerto un  aperitivo con sapori provenienti da tutto il mondo. L’aperitivo sarà preparato dal Gruppo “Cucina dal Mondo” attivato all’interno del progetto Asola e bottone, Quartieri contro la povertà di San Concordio in Contrada. Per partecipare all’iniziativa è necessaria la prenotazione al 389.0205181.