#Facciamocivicini

Cari tutti,
il conflitto di Gaza arriva nelle nostre case con le sue notizie di devastazione e di morte.
Non ci sono le parole per dire l’orrore e per raccontare il lutto.
Piangiamo le vittime di entrambi i popoli, feriti da questa guerra così sanguinosa.
Piangiamo soprattutto i bambini e i civili coinvolti loro malgrado nella violenza senza possibilità di fuga alcuna.
Testimoni dell’impotenza fin qui dimostrata dalla politica e dalla diplomazia, scegliamo di farci vicini con la preghiera, con il silenzio e con il digiuno.
Scegliamo di accendere una piccola luce in questa notte perché il Signore della Vita possa renderci costruttori di pace e ascolti il grido del suo popolo.
Che ci doni e ci aiuti ad edificare una pace giusta e duratura.
Pensiamo che non sia inutile vegliare il dolore di Gaza.
Pensiamo che sia il primo gesto di pace che possiamo seminare e che la consapevolezza e la cura arrivano sempre, anche da così lontano.
Per questo, da stasera la Caritas di Lucca apre un presidio di pace, accende la lucerna per fermare l’orrore dei combattimenti a Gaza e dovunque nel mondo.
Così, la Chiesetta del Porto di Viareggio apre le sue porte e rimane un luogo di preghiera costante, silenzioso, povero. Rimarrà aperta tutto il giorno per accogliere chi avrà voglia di passare, fermarsi un po’, lasciare il suo segno.
Così, nello stesso tempo, da stasera cominciamo un digiuno a staffetta.
Vi chiediamo di partecipare, con semplicità.
Facciamoci vicini.