Angela Hewitt per la prima volta in concerto a Lucca

Angela Hewitt, la pianista famosa nel mondo per le sue interpretazioni di Bach, sarà per la prima volta in concerto a Lucca il prossimo 1 settembre.

La fausta occasione di vederla esibire nella città di Puccini e Boccherini si deve alla rassegna “Punto. a Capo.”, il festival degli

stili di vita e della sobrietà organizzato dalla Caritas di Lucca alla sua quinta edizione.

La grande pianista canadese porterà al Teatro del Giglio un programma raffinatissimo e in anteprima nazionale:

“L’arte della Fuga” (contrappunti I-X) di J.S. Bach, le meravigliose trascrizioni bachiane del grande Wilhelm Kempff (la Siciliana in sol minore, la Sinfonia in re maggiore) e la famosa sonata n. 28 in la maggiore op. 101 di L. van Beethoven.

Ospite abituale delle più importanti stagioni concertistiche e dei più blasonati teatri internazionali, Angela Hewitt ha molti legami con l’Italia: suona un magnifico pianoforte Fazioli (anche al Teatro del Giglio) e da alcuni anni è direttrice artistica di un piccolo ma brillante festival sulle sponde del Trasimeno (il Trasimeno Music Festival).

In quelle campagne ha deciso di trascorrere anche i periodi dell’anno nei quali trova una pausa la sua instancabile attività di concertista e il lavoro di incisione.
La Hewitt vanta, infatti, una discografia che sfiora ormai le cinquanta referenze tutte di raro pregio edite dalla prestigiosa Hyperion, etichetta londinese indipendente rappresentata in Italia dall’azienda lucchese Sound and Music.

L’arte di Angela Hewitt, un meraviglioso pianoforte, la bellezza e il genio di Bach e Beethoven, l’impegno civile per una nuova sostenibilità.
Un’occasione imperdibile, in una serata di tarda estate, per sostare nel bello e accorgersi che sobrietà e bellezza possono camminare dandosi il braccio.

Il programma

J.S. BACH

“Nun komm, der Heiden Heiland”, Corale BWV 659 (arr. W. Kempff);
Siciliana in sol minore (dalla Sonata per flauto e clavicembalo in mi bemolle maggiore BWV 1031, arr. W. Kempff);
Sinfonia in re maggiore (dalla Cantata BWV 29, arr. W. Kempff).

L. van BEETHOVEN

Sonata in la maggiore op.101.

J.S. BACH

L’Arte della Fuga BWV 1080: Contrappunti I-X.

Dicono di lei

“la più grande interprete bachiana del nostro tempo” The Guardian
“la pianista che rappresenterà Bach nei prossimi anni” Stereophile

info su www.caritaslucca.it – 0583.490939

Biglietti presso la biglietteria del Teatro - 0583.465320 -  biglietteria@teatrodelgiglio.it

o sul circuito Boxoffice  - www.boxol.it


Caritas Lucca , P.le Arrigoni 2, Lucca - tel. 0583 430961 - caritas@diocesilucca.it.