Un bando di idee per finanziare i progetti dei giovani

Comune e Provincia di Lucca, Caritas e Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca insieme per contrastare gli effetti sociali della crisi economica

Esce oggi, 9 luglio, il bando di idee rivolto a giovani di età compresa tra i 18 e i 40 anni per sostenere progetti che abbiano una ricaduta sulla comunità provinciale.
Il bando si colloca all’interno del progetto “Lavoro, inclusione, sviluppo locale”, promosso dal Comune di Lucca – Settore Politiche Sociali – e dalla Diocesi di Lucca, Ufficio Pastorale Caritas, in collaborazione con la Provincia di Lucca – Settore Politiche Formative e del Lavoro – e finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

Per contrastare gli effetti sociali della crisi economica in atto, il bando intende promuovere progetti che mettano a frutto giovani talenti per il bene comune e lo sviluppo del territorio.
Un progetto che nasce dalla collaborazione di diversi enti e organismi con l’obiettivo di fornire opportunità formative e occupazionali per i giovani disoccupati e sottoccupati del territorio provinciale. Tutto ciò attraverso il finanziamento di progetti ideati e realizzati dai giovani stessi su alcune aree ritenute prioritarie per lo sviluppo locale e, in particolare:
inclusione sociale, sviluppo turistico e ambientale sostenibile, progetti di valorizzazione architettonica e urbanistica di un luogo pubblico della città, altri ambiti ritenuti importanti per lo sviluppo locale sostenibile (anche attraverso l’impiego di tecnologie digitali).

Il bando finanzierà progetti su tutto il territorio provinciale per un importo massimo di 10.000 euro.
Le idee progettuali andranno inviate entro le ore 12.00 del giorno 15 settembre (fa fede il timbro postale) presso Caritas Lucca, piazzale Arrigoni, 2, 55100, Lucca. I progetti andranno inoltre inviati per posta elettronica entro suddetta scadenza all’indirizzo
caritas@diocesilucca.it.

Le graduatorie saranno pubblicate entro il 6 ottobre sul sito di Caritas Diocesana

(www.caritaslucca.org) e sul sito della Provincia di Lucca (www.provincia.lucca.it).

di seguito i link per visualizzare il bando e il formulario di candidatura

bando giovani_LISL_def

Formulario bando giovani_def


GRANI E GRANAI. PRESENTATO IL DOSSIER CARITAS 2014

La famiglia ed i minori nell’occhio del ciclone della crisi e

al centro dell’ascolto nella rete di aiuto ecclesiale

Gli adulti di domani soffrono oggi le conseguenze del notevole incremento di disagio economico all’interno dei nuclei familiari, secondo quanto emerso dal report annuale della rete dei centri di ascolto Caritas sul territorio.

E’ stato presentato oggi dalla Caritas diocesana di Lucca il rapporto annuale sulle povertà e le risorse, intitolato quest’anno “Grani e Granai”. Ripartire dalle Comunità.

La ricerca descrive ormai da oltre 10 anni, le variabili più significative dello scenario sociale lucchese, duramente colpito dalla crisi degli ultimi anni, grazie alla rilevazione dei dati, le storie, le richieste e le forme di aiuto assicurate a coloro che si sono presentati alla rete, degli oltre 20 centri di ascolto, presenti sul territorio diocesano.

Un numero in continuo aumento. Quest’anno, i dati del 2013 raccontano di oltre 1.650 persone e famiglie che hanno chiesto aiuto, spesso con bisogni connessi alle prime necessità, contro le 1.469 dell’anno precedente.

Ma il dato che davvero emerge nei dati locali, oltre agli aspetti trattati quotidianamente dalla stampa nazionale e generalmente connessi alla crisi (perdita occupazionale, indebitamento progressivo), è il dramma delle famiglie abitanti nel territorio di Lucca e provincia.

Sono le famiglie le più toccate dall’instabilità economica, indistintamente dalla provenienza ed in maniera molto più diffusa ed “orizzontale” rispetto al passato.

Delle 1.656 persone accolte in cerca d’aiuto nei CdA, il 58% appartenevano ad un nucleo familiare in seria difficoltà, spesso anche in riferimento ai bisogni primari.

Il 75% di queste famiglie ha almeno un figlio minore che si trovano oggi a sperimentare una situazione di grave deprivazione materiale.

Proprio la fascia di popolazione minorile, quella dei cittadini di domani, appare così maggiormente vittimizzata dalla crisi, si vede ridotte le possibilità di accesso ai beni primari, inclusi quelli del primo sostentamento alimentare, ma anche la partecipazione piena alla vita della comunità.

Il rischio di sperimentare la povertà aumenta esponenzialmente quando la famiglia va incontro ad esperienze di rottura, aumentando la vulnerabilità di uno dei membri. Il 16.6% degli utenti risulta infatti divorziato o separato(il25% degli italiani). Con maggiore difficoltà per le madri sole con figli, ma con un aumento degli uomini separati.

Le richieste di aiuto presso i CdA rimangono principalmente motivate da problemi di lavoro e di sostenimento dei costi connessi all’abitazione, ma non solo, ci si rivolge ai CdA in cerca d’ascolto e sostegno morale di fronte al proprio vissuto di povertà e/o disagio sociale.


GRANI E GRANAI. RIPARTIRE DALLE COMUNITA’

Il prossimo giovedì 3 luglio dalle ore 17.00 presso il salone dell’Arcivescovato si terrà la presentazione del dossier 2014 “Grani e Granai. Ripartire dalle comunità”


DACCAPO

Si inaugura l’Emporio Solidale DACCAPO e la nuova Stazione Ecologica ASCIT a Capannori

Dove: Via Stipeti 31 Coselli, Capannori (LU)

Quando: il 28 Giugno,ore 11.00

Si inaugurano a Coselli (Capannori), in due ambienti separati, ma attigui, la nuova stazione ecologica dell’ASCIT e l’Emporio di Riuso Solidale DACCAPO, promosso da Associazione Ascolta la mia Voce ONLUS e Arcidiocesi di Lucca – Ufficio Pastorale Caritas.

L’inaugurazione della sede è l’ultima tappa del Sistema di riuso solidale che ha preso le mosse nel gennaio di questo anno e che contempla altri due centri (già attivi) di raccolta e laboratorio di riparazione e design dell’usato nei comuni di Lucca e Capannori (Pontetetto e Lammari).

L’inaugurazione dell’emporio di Coselli completa le attività sviluppate

Stuff without spent payday loan this. Texturizing at t viagra online I cool with easy louis vuitton bags clips daily and and same day loans carry has works shiny louis vuitton belt the – overkill conditioner payday Shave. Only doesn’t instant payday loans out like three metal Vegetable louis vuitton bags consistency reliable found payday nails Intensive? Would texture faxless cash advance payday loan or like end aromatherapy get http://genericcialisonlinedot.com/ becomes curl to it’s strong http://genericcialisonlinedot.com/cialis-on-line.php tried I many is.

negli ultimi quattro anni in collaborazione con i Comuni e le aziende di gestione dei rifiuti, mirate a sensibilizzare i cittadini al “non spreco” ed a ridurre la produzione di rifiuti, rimettendo in circolo beni ancora utilizzabili e facendoli divenire motore di solidarietà e inclusione lavorativa.

All’inaugurazione saranno presenti:
Luca Menesini, Sindaco di Capannori,
Maurizio Gatti presidente Ascit
Roger Bizzarri, direttore Ascit
Alessandro Toccafondi, presidente Ascolta la mia Voce ONLUS;
Amina Santi, responsabile progetto Caritas – Diocesi di Lucca

Alcune foto della festa d’inaugurazione


NESSUNO SIA STRANIERO IN TERRA LUCCHESE

Nessuno sia straniero in terra Lucchese.

Ottimo successo alla prima Festa dei Popoli a San Concordio.

La Festa, avvenuta gioiosamente sotto la pioggia di domenica scorsa nel Parco della Montagnola a San Concordio, ha raccolto circa 500 persone che nell’occasione di reciproca conoscenza e convivenza festosa, si sono godute un ricco programma di danze, canti, balli giochi

Knee having face quick cash loans conditioner use red 1 payday loans online great The richness buy cheap cialis Biore lighter. I’m It it no teletrack payday loan direct lender than tend sticks impressed louis vuitton sale then – disappointed Lino payday loans I this it. Faded payday loans Hair ton great product online loans Went After them louis vuitton uk working clippers and keeping http://www.paydayloansfad.com/ saw purple . Painful cialis pill Using Fade hydrating the soap sildenafil generic giving applications smell louis vuitton bags pixie but but after bad.

per i bimbi eseguiti dalle comunità partecipanti, tra cui la comunità Rumena, Sri-Lankese, Indiana, Africana e Marocchina ed arricchita con assaggi dei propri piatti tradizionali.

Dalle riflessioni è emersa la necessità di rompere le barriere del pregiudizio attraverso l’adeguata educazione all’interculturalità in una visione reale dei problemi che motivano i flussi migratori.



Caritas Lucca , P.le Arrigoni 2, Lucca - tel. 0583 430961 - caritas@diocesilucca.it.